Tracce d’inchiostro

dal 23 al 25 giugno 2006

Complesso di Santa Sofia, Salerno

mostra-mercato del libro della Provincia di Salerno e del Mediterraneo (prima edizione)

Il 23 giugno parte la prima edizione di Tracce d’inchiostro, mostra-mercato del libro della Provincia di Salerno e del Mediterraneo.
In tre giorni, dal 23 al 25 e dalle ore 18.00 alle 24.00, gli appassionati della lettura – e i visitatori in genere – potranno prendere nota delle ultime novità di case editrici medie e piccole, spesso lontane dai riflettori della notorietà, pur producendo un lavoro meritevole di molta più attenzione. Ad ospitare la manifestazione è il Complesso di Santa Sofia, antico convento benedettino nel cuore di Salerno, recentemente restaurato.

Nella Chiesa dell’Addolorata, al piano terra del Convento, si terrà la prima delle due interessanti mostre tematiche della Fiera: Segni di Olivetti (rari documenti d’archivio sul rapporto tra Olivetti e il Sud Italia). Organizzata in collaborazione con l’Archivio Olivetti, questa mostra ripercorre per immagini la storia e il rapporto tra la fabbrica di Ivrea ed il Meridione. L’altra, Scrittori del Sud – Archivio fotografico, è invece una mostra fotografica sui grandi scrittori meridionali.
I piani superiori del Convento ospiteranno la mostra mercato vera e propria, e le numerose iniziative che contempla questa prima edizione di Tracce d’inchiostro.
Personaggi della cultura, addetti ai lavori nel settore dell’editoria e del giornalismo, si confronteranno sui grandi temi del momento: la convivenza tra Islam e Occidente, il rapporto tra politica e mass-media; la necessità di uno stato laico, sono solo alcuni dei dibatti proposti in questa tre giorni culturale. Naturalmente, a questi dibattiti e incontri se ne affiancano altri, promossi dalle stesse case editrici partecipanti, e provenienti da ogni parte d’Italia. I protagonisti, infatti, sono loro, gli editori, e La Fiera, nelle intenzioni degli organizzatori, vuole essere quasi un elogio del piccolo editore, l’unico che segue ancora l’intero processo di genesi del libro, e che, di persona, propone e trasmette il suo lavoro e la sua passione.
Ma alle origini di Tracce d’inchiostro esistono anche altre motivazioni, e ben più ambiziosi traguardi: c’è la volontà di promuovere incentivi alla scoperta del piacere, e della necessità della lettura, in una regione dove si legge poco, e si pubblica ancora meno. La speranza è che la sensibilità delle Istituzioni e la partecipazione della Società civile possano contribuire a creare la “cultura del libro” negli adulti e nei giovani, e nei più piccoli. Proprio a questi ultimi Tracce d’inchiostro riserva una suggestiva attenzione: mentre i genitori gireranno per la mostra, in uno spazio preciso, i bambini, sotto la guida dell’educatore, prepareranno un loro piccolo libro.

In collaborazione con l’Associazione culturale Aeneas, la manifestazione è organizzata dalla Provincia di Salerno che è già promotrice di un ampio mosaico di iniziative internazionali: il Giffoni Film Festival, il più importante festival internazionale di cinema per ragazzi; il Ravello Festival; la rassegna Jazz On the Coast; la Borsa Mediterranea del turismo archeologico.
Ora, con Tracce d’inchiostro, appuntamento che mira a diventare annuale, anche l’editoria ha la sua voce nell’armonica programmazione dell’estate culturale salernitana.

Salva

Eventi recenti
Contatta l'Associazione Archivio Storico Olivetti

Puoi scriverci un messaggio usando questo modulo. Ti risponderemo al più presto.

Non è leggibile? Cambia il testo. captcha txt
0

Digita il testo da cercare e premi Invio

Wishlist 0
Continue Shopping