Gli Olivetti e l’astrologia

12 gennaio 2005

Villetta Casana, Ivrea

Il titolo dice già quanto sia singolare l’argomento trattato nel libro Gli Olivetti e l’astrologia perché molto si conosce della storia di un’azienda e di una famiglia famose, ma mai si sarebbe sospettato che un versante di solito trascurato potesse risultare interessante e suscitare quindi curiosità.
Al libro presta la sua prefazione il politologo Giorgio Galli, mentre a conclusione un’analisi astrologica di Giuse Titotto, allieva di Lisa Morpurgo, rivela quanto sia stata importante la combinazione di astri e costellazioni nelle vicende e nelle fortune degli Olivetti.
Nella parte centrale Erica Olivetti espone in tutta la sua ricchezza documentale una cospicua serie di ritratti della famiglia, ricorrendo con particolare intuizione ad un vasto archivio di testimonianze fatte da stralci, appunti, testi, lettere e interviste.

Erica Olivetti, figlia di Massimo, terzogenito di Camillo, fondatore della fabbrica omonima, e nipote di Adriano, ha il pregio di rendere agile il libro mediante il ricorso a molte fotografie, tra le quali i bellissimi affreschi dello Spanzotti nella Cappella di San Bernardino, di proprietà della famiglia, che facevano parte della zona conventuale (1457) acquistata da Camillo per scopi abitativi.
Ne risulta un percorso e una raccolta di immagini fotografiche, quasi una storia della famiglia Olivetti vista in tanti momenti della propria esistenza, dall’intimità del focolare alle attività sociali fino alle immagini della Fabbrica nelle sue molteplici trasformazioni. Un album fortemente evocativo, tipico di una famiglia piemontese che vive e contribuisce agli anni d’oro dell’imprenditoria italiana (l’immagine di copertina rappresenta Adriano che tiene sulle ginocchia l’ultima figlia Lalla, attuale presidente della Fondazione Adriano Olivetti di Roma).
Erica Olivetti si è interessata di politica, partecipando attivamente, fin dall’inizio, al movimento delle donne e successivamente di astrologia, di religioni orientali e di scrittura creativa con alcune pubblicazioni.

Oltre all’Autrice intervengono Bruno Lamborghini, Giorgio Galli, Giorgio Bouchard e Giuse Titotto; letture dal testo di Laura Curino.
Bruno Lamborghini, è docente alla Facoltà di Scienze Politiche della Università Cattolica di Milano, presidente dell’Associazione Archivio Storico Olivetti, vicepresidente della Olivetti Tecnost, presidente di EITO, Osservatorio Europeo delle Tecnologie dell’Informazione e presidente di Prometeia, centro italiano di ricerche economiche.
Giorgio Galli, politologo, ha insegnato Storia delle dottrine politiche alla Statale di Milano. Autore di numerose opere tra cui Hitler e il nazismo, La magia e il potere e, di recente pubblicazione, Piombo Rosso e l’aggiornamento della Storia dei partiti politici italiani.
Giorgio Bouchard è pastore valdese ad Ivrea, moderatore della Tavola valdese, presidente della Federazione delle Chiese evangeliche d’Italia. Autore di vari testi, tra cui il Cristianesimo tradotto in diverse lingue e I Valdesi e l’Italia. Giuse Titotto studiosa dello zodiaco, seguace della scuola morpurghiana, ha condotto numerose ricerche per congressi, conferenze e pubblicazioni (l’Eco dei Feaci e Riza scienze).
Laura Curino, attrice del Teatro Stabile di Torino e autrice, tra l’altro, delle due pièces su Camillo e Adriano Olivetti.

Eventi recenti
Contatta l'Associazione Archivio Storico Olivetti

Puoi scriverci un messaggio usando questo modulo. Ti risponderemo al più presto.

Non è leggibile? Cambia il testo. captcha txt
0

Digita il testo da cercare e premi Invio

Wishlist 0
Continue Shopping