22° Festival International de l’Affiche et du Graphisme de Chaumont

21 maggio – 5 giugno 2011

Villetta Casana, Ivrea

Les Silos – Maison du Livre et de l’Affiche – Chaumont

Nel 1906 Gustave Dutailly, deputato della Haute-Marne, decide di devolvere alla biblioteca municipale di Chaumont un fondo di circa 5000 manifesti, di autori francesi e stranieri, della fine del 19° secolo. Conoscitore avveduto ed esperto, Gustave Dutailly era riuscito a raccogliere tutto il meglio della grafica: Chéret, Choubrac, Toulouse-Lautrec, ecc. A partire dal 1982 la città di Chaumont avvia un importante restauro di questo fondo di manifesti, con il sostegno della Direzione del Libro del Ministero della Cultura. La volontà di far vivere e di mostrare al pubblico questa eccezionale collezione è all’origine del Festival del manifesto.
Nel 1990 la città di Chaumont inaugura i suoi primi incontri e seminari di livello internazionale di arti grafiche.
A partire dal 1994 il Festival organizza un concorso dal titolo “Etudiants, tous à Chaumont!” (“Studenti, tutti a Chaumont!”), destinato agli studenti delle scuole d’arte, delle università e delle scuole tecniche e professionali: i manifesti selezionati durante il concorso sono esposti durante tutta la durata del Festival.
Il Festival è costituito da diverse mostre ed esposizioni che permettono al pubblico di scoprire e conoscere il lavoro dei grafici; accanto all’esposizione dei manifesti selezionati durante il concorso internazionale, è possibile ammirare una mostra di manifesti antichi legati al tema dell’anno. Il tutto è accompagnato da interventi di esperti, laboratori, incontri, convegni, animazioni.
A partire dal 21 maggio, Chaumont propone anche il Planète Pub, un mercato dell’oggetto pubblicitario. In occasione della visita di studenti, inoltre, vengono organizzati diversi eventi e concerti aperti a tutti.
La programmazione di questa edizione del Festival attribuisce un posto di rilievo alla lettera, con una presentazione presso Les Silos dei diversi lavori commissionati dall’azienda Olivetti per la sua comunicazione e dei caratteri delle sue macchine per scrivere, accanto all’esposizione dei lavori del grafista americano Edward Fella allo spazio Bouchardon.

All’inaugurazione del Festival, sabato 21 maggio, hanno preso parte il Ministro dell’Educazione di Francia, il Direttore del Centre Pompidou e la Direttrice della Biblioteca Nazionale di Francia

  

  

Eventi recenti
Contatta l'Associazione Archivio Storico Olivetti

Puoi scriverci un messaggio usando questo modulo. Ti risponderemo al più presto.

Non è leggibile? Cambia il testo. captcha txt
0

Digita il testo da cercare e premi Invio

Wishlist 0
Continue Shopping