Associazione → Storia, scopi e attività

La Storia

Nato nel 1986 su iniziativa dell’allora Segretario Generale
della Olivetti Paolo Mancinelli in collaborazione con
la Fondazione Adriano Olivetti, l’Archivio Storico Olivetti
tra gli anni 1987-1994 vede la sua costituzione e il suo sviluppo
sotto la direzione scientifica del professor Giovanni Maggia,
segretario generale della Fondazione Adriano Olivetti.

Progressivamente vengono depositati presso l’Archivio
Storico Olivetti fondi attinenti le personalità olivettiane
e quelli della Società Olivetti, insieme a fondi e depositi
di personalità legate a vario titolo alle figure imprenditoriali
e all’impresa. Il 12 marzo 1998 l’Archivio diviene un soggetto
indipendente con la firma dell’atto costitutivo
dell’Associazione per l’Archivio Storico Olivetti, iniziativa
a cui aderiscono come soci fondatori o sostenitori la società
Olivetti, il Comune di Ivrea, la Provincia di Torino,
il Politecnico di Torino, la Compagnia di San Paolo
e l’Associazione Spille d’Oro Olivetti. La prima Assemblea
dell’Associazione Archivio Storico Olivetti ratifica l’ingresso
della Fondazione Adriano Olivetti; in seguito entra
nell’Associazione anche Telecom Italia.

Il patrimonio conservato dall’Associazione Archivio Storico
Olivetti, costituito da documenti, lettere, libri, giornali, riviste,
manifesti, disegni, foto, filmati, audiovisivi, prodotti,
modellini e plastici, è oggetto di un sistematico lavoro
di schedatura elettronica e per quanto possibile
di digitalizzazione.

Nell’ottobre 1998 gli archivi (la Biblioteca ?) e i fondi
documentari conservati a Villa Casana sono riconosciuti
di “notevole interesse storico” dalla Soprintendenza
Archivistica per il Piemonte e la Valle d’Aosta.

Scopi & attivi

L’attività dell’Associazione non si esaurisce con l’impegno
strettamente archivistico di recupero, catalogazione
e conservazione dei documenti, ma si manifesta anche attraverso l’attività di assistenza e consulenza nei confronti
di studiosi e ricercatori, di collaborazione con iniziative
culturali di enti privati e pubblici, di realizzazione di mostre, filmati, conferenze, studi, ricerche e pubblicazioni finalizzate
a promuovere e approfondire la conoscenza della storia
e dei valori olivettiani.

L’Associazione, oltre al patrimonio documentale Olivetti,
per conto della Fondazione Adriano Olivetti, provvede
alla conservazione non solo dei patrimoni documentali
delle personalità della Famiglia Olivetti, ma anche di altre
personalità che hanno avuto importanti rapporti con
la Olivetti, come ad esempio nel caso dell’architetto
Ludovico Quaroni.



Attraverso la piattaforma
Archivi Digitali Olivetti è possibile
accedere in rete a tutto il patrimonio
documentale fino ad oggi schedato
e digitalizzato.

Un patrimonio culturale unico nella sua
interdisciplinarietà, inerente gli archivi
aziendali, di persone, enti e istituzioni
nonché raccolte documentarie della
storia Olivetti, dal 1908 ad oggi.

L’Associazione Archivio Storico
Olivetti aderisce al Sistema
Archivistico Nazionale (SAN)
promosso dal Ministero dei beni
e delle attività culturali.

L’Associazione Archivio Storico
Olivetti ha partecipato al progetto
di censimento degli archivi delle
aziende piemontesi, realizzato dalla
Regione Piemonte e dalla Direzione
generale per gli archivi del MiBAC.

Consiglio
direttivo

Gaetano Adolfo Maria di Tondo

Presidente

Beniamino de’ Liguori Carino

Vicepresidente

Nadia Francesca Cipriano

Irene Torre

Gianfranco Ferlito

Soci

Aica

Associazione Italiana per l’Informaticae il Calcolo Automatico

Associazione Spille d’Oro Olivetti

Comune di Ivrea

Fondazione Adriano Olivetti

Olivetti Spa

TIM Spa