6 Febbraio 2015

Condividere Conoscenza attraverso le reti

3 minuti di lettura
Articolo di Associazione Archivio Storico Olivetti

6 febbraio 2015

Archivio di Stato di Torino, Piazza Castello 209 - Sala Scuola di Archivistica
Associazione Archivio Storico Olivetti e Fondazione Adriano Olivetti presentano Condividere Conoscenza attraverso le reti I linguaggi di marcatura e gli standard di dominio archivistico Seminario di formazione in collaborazione con la Soprintendenza Archivistica per il Piemonte e la Valle d'Aosta e il Centro MAAS-Metodologie e Applicazioni per gli Archivi Storici di Roma Il seminario si inserisce nel programma di iniziative Progetti Integrati Olivetti, avviato nel 2013 dalla Fondazione e dall'Associazione con il sostegno della Compagnia di San Paolo, e volto a valorizzare e attualizzare il patrimonio di conoscenze, valori e saperi conservati nell'Archivio Storico Olivetti di Ivrea. Le nuove piattaforme interattive e digitali sono oggi strumenti essenziali per la ricerca e la tutela e valorizzazione del patrimonio culturale, materiale e immateriale. La condivisione incrementale della conoscenza attraverso la rete, insieme alla formazione e all'education, possono favorire la costruzione di memorie condivise, riportando al centro l'innovazione, non solo in ambito di impresa, ma anche culturale e sociale. Questa è la cornice programmatica in cui si inserisce il seminario, indirizzato ad approfondire e condividere pratiche, strumenti e metodologie per rendere accessibile il patrimonio culturale ad una sempre più ampia fascia di utenti. Il seminario si propone come momento formativo, di base, su un tema chiave oggi per gli istituti culturali e per archivi: l'adozione di standard condivisi per facilitare l'interoperabilità e l'interazione tra piattaforme digitali. Gli standard EAD (Encoded Archival Description) ed EAC (Encoded Archival Context) sono schemi di metadati espressi in linguaggio XML rispettivamente per la codifica di descrizioni archivistiche e di descrizioni di entità (enti, persone, famiglie). Il seminario formativo è realizzato con il contributo scientifico di Stella Di Fazio, esperta del Centro MAAS di Roma. SCARICA IL COMUNICATO DEL SEMINARIO SITOGRAFIA e BIBLIOGRAFIA DI RIFERIMENTO Disponibili le slides della Dott.ssa Di Fazio utilizzate durante il seminario PROGRAMMA ore 9.00 - 9.30 Saluti istituzionali Maria Loreta Gattullo | Archivio di Stato di Torino – Delegato per il Direttore Regionale Avocante Diego Robotti | Soprintendenza Archivistica per il Piemonte e la Valle d'Aosta Beniamino de' Liguori Carino | Centro Studi della Fondazione Adriano Olivetti Andrea Bruno Granelli | Presidente Associazione Archivio Storico Olivetti ore 9.30 – 10.00 Introduzione Comunità in rete: quali prospettive? Strategie di utilizzo del digitale come mediazione tra contenuti culturali e utenti Enrico Bandiera e Andrea Calzolari | Progetti archivistici integrati per l'Associazione Archivio Storico Olivetti e la Fondazione Adriano Olivetti ore 10.00-13.00 Prima sessione Linguaggi di marcatura e strutturazione dell'informazione: introduzione a XML e alle tecnologie ad esso correlate Stella Di Fazio | Centro MAAS-Metodologie e Applicazioni per gli Archivi Storici La dimensione digitale rende ormai possibile e talvolta impone la condivisione di componenti informative e di contenuti senza per questo penalizzare la qualità, la specialità e la ricchezza dei risultati dell'analisi e del lavoro descrittivo nei diversi settori. XML offre un metodo diffuso, a basso costo e scalabile per affrontare la diversificazione e la frammentazione della produzione documentaria e delle sue articolazioni, la sua ricchezza informativa e il peso delle innovazioni tecnologiche. È un linguaggio aperto che gioca da ormai molti anni un ruolo fondamentale per strutturare l'informazione rendendola facilmente comunicabile ed interoperabile, e rappresentando il tassello centrale nell'architettura del Web, è stato adottato come linguaggio per la formalizzazione di numerosissimi standard di dominio. ore 13.00 – 14.00 pausa lavori ore 14.00 – 17.30 Seconda sessione Le conoscenze di dominio: standard e linguaggi condivisi Stella Di Fazio | Centro MAAS-Metodologie e Applicazioni per gli Archivi Storici Gli standard EAD (Encoded Archival Description) ed EAC-CPF (Encoded Archival Context – Corporate bodies, Persons and Families) sono schemi di metadati espressi in linguaggio XML adottati a livello internazionale rispettivamente per la codifica di descrizioni archivistiche e di descrizioni di entità (enti, persone e famiglie) riferibili al contesto di produzione delle carte. Il combinato disposto di un linguaggio aperto e di schemi standardizzati facilita la diffusione, la condivisione e l'interoperabilità dei contenuti informativi nell'ambito di specifici domini culturali. L'analisi puntuale della struttura informativa dei due modelli dati standard sarà seguita da esercizi di codifica applicata su esempi di descrizione archivistica o storico-istituzionale opportunamente selezionati. Domande e conclusioni
Condividi sui social