12 Ottobre 2010

Ripensare la politica industriale oggi

2 minuti di lettura
Articolo di Associazione Archivio Storico Olivetti

12 ottobre 2010

Sala conferenze Intesa Sanpaolo - Palazzo Besana - Piazza Belgioioso, 1 - Milano
Il Gruppo Economisti di Impresa, in collaborazione con l'Associazione Archivio Storico Olivetti e la Fondazione IRSO, organizza la tavola rotonda "Ripensare la politica industriale oggi", in occasione della presentazione del libro di Fabio Lavista, realizzato con il sostegno della Compagnia di San Paolo, "La stagione della programmazione. Grandi imprese e Stato dal dopoguerra agli anni 70", edito da Il Mulino (Bologna, 2010) per la Collana di Studi e Ricerche dell'Archivio Storico Olivetti. Il tema principale della tavola rotonda parte da una domanda: può l'Italia crescere con poche grandi imprese e con politiche di breve termine? Partendo da quella straordinaria esperienza di programmazione economica che ha visto operare, contemporaneamente dal dopoguerra agli anni '70, grandi imprese come Olivetti, ENI ed IRI e gli interventi di programmazione pubblica, avendo come protagonisti economisti tra i quali Franco Momigliano, Giorgio Fuà, Pasquale Saraceno e Giorgio Ruffolo, la tavola rotonda pone una domanda cruciale per il futuro della crescita economica italiana, in un contesto mondiale di crescente confronto tra grandi gruppi imprenditoriali e forti politiche pluriennali d'investimento sia pubbliche che private. L'Italia presenta, all'opposto, una ridotta presenza di grandi imprese così come di politiche e programmi infrastrutturali e di ricerca di medio-lungo perido, mentre prevalgono gli interventi di breve termine. Quali sono gli spazi per la nostra economia in un contesto globale sempre più competitivo e quali azioni sono possibili per invertire il ciclo? Apertura dei lavori e introduzione Gregorio De Felice, Direttore Servizio Studi e Ricerche Intesa Sanpaolo e socio GEI Lorenzo Stanca, Amministratore Delegato Mandarin Advisory e Presidente GEI Bruno Lamborghini, Associazione Archivio Storico Olivetti e socio GEI Federico Butera, Fondazione IRSO Il ruolo delle grandi imprese in Italia Fabio Lavista, Università Bocconi Tavola rotonda Giuseppe Berta, Università Bocconi Giorgio De Michelis, Imprenditore Filippo Maria Pandolfi, già Ministro e Commissario UE Francesco Silva, Università Milano Bicocca Angelo Tantazzi, Presidente Borsa Italiana e Prometeia Riccardo Varaldo, Presidente Scuola Superiore Sant’Anna Presiede e coordina Paolo Bricco, Il Sole 24 Ore Alcune foto della giornata       "La stagione della programmazione. Grandi imprese e Stato dal dopoguerra agli anni 70", di Fabio Lavista La programmazione economica fu al centro della riflessione del riformismo italiano dal dopoguerra agli anni Sessanta quando, dopo un lungo e travagliato percorso, si giunse alla costituzione di un sistema di programmazione economica nazionale, in concomitanza con la formazione dei primi governi di centrosinistra. Un ruolo particolare nell'elaborazione del progetto lo giocarono gli uffici studi economici di alcune grandi imprese, pubbliche e private, che svolsero un lungo lavoro di elaborazione teorica e pratica. Nonostante il coinvolgimento diretto nel sistema di programmazione nazionale dei quadri dirigenti di tali istituzioni, le difficoltà politiche, la particolare configurazione istituzionale data al sistema e il suo uso distorto ne decretarono di fatto il fallimento. Un insuccesso che significò soprattutto l'incapacità e l'impossibilità di definire chiare e condivise politiche industriali, con conseguenze negative di lungo periodo sulla performance delle imprese, specie di quelle pubbliche, e sull'intero sistema economico. Fabio Lavista, dottore di ricerca in Storia economica e sociale, è assegnista presso il Dipartimento di Analisi istituzionale e management pubblico dell'Università Bocconi, dove insegna Storia economica. Tra le sue pubblicazioni il volume "Cultura manageriale e industria italiana. Gino Martinoli fra organizzazione d'impresa e politiche di sviluppo 1945-1970" (Guerini & Associati, 2005) e il saggio su "Il declino della grande impresa" pubblicato nel quarantunesimo Annale della Fondazione Giangiacomo Feltrinelli "La questione settentrionale. Economia e società in trasformazione", a cura di G. Berta (Feltrinelli, 2007). E' possibile acquistare il libro di Fabio Lavista nello shop online dell'Associazione Archivio Storico Olivetti
Condividi sui social