19 Maggio 2017

Ettore Sottsass jr. e il vizio di fare l’architetto

2 minuti di lettura
Articolo di Associazione Archivio Storico Olivetti

19 maggio 2017 - ore 15-18.30

Polo formativo Officina H - Via Montenavale - Ivrea
Storie e documenti del progetto di Sottsass Associati per la palazzina blu Olivetti a Ivrea
In occasione della VII Giornata Nazionale degli Archivi di Architettura sul tema delle Architetture degli interni, arredi e allestimenti nel Novecento italiano, l'Associazione Archivio Storico Olivetti e il Gruppo Architetti Canavese e Valle d'Aosta organizzano ad Ivrea un approfondimento sulla figura dell'architetto Ettore Sottsass jr. (1917-2007) nell'anno del centenario dalla nascita, attraverso documenti e testimonianze a partire dall'ultimo progetto dello studio Sottsass Associati per Ivrea commissionato dalla Olivetti – Telecom Italia nel 2000: l'allestimento e il progetto d'interni del Centro Studi ed Esperienze Olivetti come sede del neonato Interaction Design Institute Ivrea (IDII). Il tema dell'incontro intende leggere attraverso documenti storici selezionati, tra cui spezzoni di filmati storici Olivetti e i servizi fotografici di Santi Caleca, Ivan Gasparini e Giuseppe Varchetta sull'IDII, scelte e metodologie progettuali della Sottsass Associati, ma altresì ribadire come il pro-getto d'interni sia documento esso stesso della storia di un edificio nell'avvicendarsi delle sue mol-teplici destinazioni d'uso, e quindi documento prezioso e di fondamentale importanza. In questo caso è paradigmatica l'esperienza del Centro Studi ed Esperienze Olivetti, informalmente chiamato "la palazzina blu" dal colore azzurro-blu delle piastrelle di klinker smaltato lucido del rivestimento esterno, luogo di ricerca, studio e progetto per l'azienda eporediese, realizzato su progetto di Edoardo Vittoria tra il 1951 e il 1955 e trasformato nel 2000 nella sede dell'Interaction Design Institute Ivrea, laboratorio formativo di ricerca avanzata nel campo dell'interaction design, che qui manterrà l'attività didattica fino al 2005. Un intervento, questo per l'IDII, che si inserisce nella filosofia progettuale di Sottsass per il quale il progetto d'architettura è studio, analisi e proposta per un necessario adattamento al contesto, è disegno di un luogo in cui la vita delle persone, impregnata di tensioni, ansie e desideri, possa svolgersi in un ambiente il più possibile armonioso. L'iniziativa è patrocinata da: Città di Ivrea Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti, Conservatori della Provincia di Torino Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti, Conservatori della Valle d'Aosta In collaborazione con: Archivio Nazionale del Cinema d'Impresa Fondazione Adriano Olivetti Fondazione per l'Architettura / Torino Polo Formativo Universitario Officina H È previsto il riconoscimento di 3 CFP per gli architetti
PROGRAMMA
ore 15.00 Visita all'esterno del Centro Studi ed Esperienze Olivetti, Via Montenavale 1, Ivrea Approfondimento storico-critico a cura di Patrizia Bonifazio (Politecnico di Milano) ore 15.30 Introduzione alla giornata Saluti istituzionali ore 15.45 Il vizio di fare l'architetto Una selezione di estratti di filmati storici e dell'Intervista a Ettore Sottsass jr (1999), a cura dell'Associazione Archivio Storico Olivetti con il contributo dell'Archivio Nazionale del Cinema d'Impresa ore 16.00 Franco Debenedetti La committenza e la Sottsass Associati: un'esperienza di vita ore 16.30 Milco Carboni, Maurizio Scalzi Sottsass Associati e il progetto per la palazzina blu attraverso disegni, racconti, fotografie di Santi Caleca ore 17.15 Line Ulrika Christiansen e Jan-Christoph Zoels, attivi nell'Interaction Design Institute Ivrea Vivere e lavorare nella Palazzina Blu. Esperienze, ricordi, idee. Fotografie di Ivan Gasparini e Giuseppe Varchetta ore 18.00 Prendersi cura dell'uomo Una selezione di estratti di filmati storici e dell'Intervista a Ettore Sottsass jr (1999), a cura dell'Associazione Archivio Storico Olivetti con il contributo dell'Archivio Nazionale del Cinema d'Impresa Conclusioni e dibattito col pubblico Scarica il comunicato stampa
Condividi sui social