2 Marzo 2012

Olivetti Il Musical

2 minuti di lettura
Articolo di Associazione Archivio Storico Olivetti

2 e 3 marzo 2012

Teatro Giacosa - Ivrea
La Compagnia Andromeda presenta Olivetti Il Musical di Lucia Rossetti, Matteo Chiantore, Fiorella Pacetti E' una Olivetti "live" quella proposta attraverso uno spettacolo che della saga olivettiana offre scorci inattesi e testimonianze insolite, di quelle che difficilmente si rintracciano nei documenti e nella storia ufficiale. La grande storia della Olivetti rimane sullo sfondo, puntualmente riconoscibile attraverso i varchi che i personaggi aprono con le loro piccole storie, aggiungendo la propria voce al racconto corale di un'esperienza che forse non sarà mai possibile raccontare e comprendere fino in fondo. La scelta di dare voce a chi voce non ha è chiara dalla prima scena: nei panni del narratore si trova Quaccia, il "matto" cittadino che appartiene alla memoria collettiva della città, con la sua bicicletta da corsa, l'asciugamano al collo e una borsa piena di parole e di ricordi. Al suo fianco, una spalla d'eccezione: il pino – in realtà si tratta di un Cedro del Libano – che si trova davanti alla portineria di Via Jervis. I due personaggi, testimoni di un periodo storico compreso tra anni gli '40 ad oggi, ci regalano scorci esilaranti, momenti di grande dolore, emozioni e piccole storie sfuggite al flusso degli eventi che, come ritagli di giornale, volano senza peso nello spazio della memoria, impigliandosi nel racconto di un testimone. In una carambola di voci e personaggi, la spirale dei pensieri folli del narratore si intreccia con la storia, per poi restituirci al presente, spiaggia di approdo dopo la lunga deriva nel tempo e nella coscienza, a chiederci che fare di noi, di questa irripetibile esperienza e del nostro futuro. Considerati i personaggi in scena, la risposta alla domanda sul senso di questa avventura chiamata Olivetti non può che essere allo stesso tempo folle, inaspettata e struggente. Scarica la locandina dell'evento Scarica il pieghevole dell'evento Salva
Condividi sui social